L’interpretariato è un’attività che stabilisce una comunicazione orale o gestuale tra due o più membri che interagiscono fra di loro. Serve per rendere comprensibile un messaggio in una lingua diversa da quella di origine.

Mentre nella traduzione di una parola scritta ciò che si traduce è soltanto la parola in se stessa, per l’interpretazione orale devono essere tenuti in conto anche l’intonazione, l’intenzione di ciò che viene pronunciato ed il contesto in cui è espresso.

Interpretazioni

L’interpretazione quindi differisce dalla traduzione, avvenendo a livello orale e non scritto. L’interpretariato necessita di personale qualificato, che parli fluentemente una o più lingue e che sia specializzato in settori specifici.

Il professionista deve trasmettere correttamente informazioni e messaggi, per trattative commerciali, durante conferenze ed in tutte le situazioni in cui si richiede precisione e accuratezza di comprensione.

Diverse tipologie

L’interpretazione può avvenire con diverse modalità. Quella simultanea, avviene in tempo reale ed è utile per conferenze in presenza o per webinar. L’interprete lavora all’interno di una cabina insonorizzata, secondo le norme ISO e dotata di una console grazie alla quale può ascoltare l’oratore attraverso cuffie e fornire l’interpretazione che trasmette a tutti coloro che non conoscono la lingua dell’oratore, anch’essi muniti di cuffie.

L’interprete deve essere in condizione di poter vedere l’oratore e necessita di alcune attrezzature per svolgere al meglio il proprio compito, cuffie e microfono. In assenza di tali cabine, è necessario noleggiarne una adeguata allo scopo. Data la difficoltà dell’interpretazione simultanea, è bene che si incarichino due interpreti, mentre uno si occupa dell’interpretazione, l’altro fornisce un supporto tecnico.

Un’altra tipologia di interpretazione è quella consecutiva. Questa è la forma più antica di interpretazione. Il compito dell’interprete consecutivista è comprendere la lingua con attenzione all’interno del nucleo del discorso. Si tratta di un’interpretazione in differita che si avvale di annotazione e appunti. L’interprete si siede accanto alla persona che parla per dieci o quindici minuti, ascolta con metodologia e poi riformula il pensiero espresso. Anche in questo caso il lavoro dell’interprete necessita di attrezzature specifiche, cuffie e microfono.

Il chochotage, interpretazione sussurrata, deriva dal francese chucoter, è un’interpretazione personalizzata dell’interpretazione simultanea. L’interprete siede tra i due partecipanti e sussurra in tempo reale le parole all’orecchio di uno o entrambi i presenti.

Ad esempio l’interprete sussurra la traduzione in inglese, l’intervistato risponde in lingua inglese ed infine l’interprete sussurra in italiano all’intervistatore. Per questo tipo di interpretazione non è necessario avere a disposizione una cabina di traduzione.

E’ una traduzione rivolta ad un pubblico di poche persone, due o tre persone al massimo.
L’interpretariato è un valido supporto in diversi ambiti, in ambienti lavorativi durante le riunioni e per trattative di affari.

Sono necessarie grandi competenze linguistiche e una forte consapevolezza culturale per offrire un buon servizio di interpretariato. Per evitare che possano insorgere incomprensioni e fraintendimenti, è necessaria la figura professionale dell’interprete che coniuga linguaggio semplice ed immediato, competenza tecnica, linguistica, e grande padronanza nel lavorare in grandi conferenze.

Per saperne di più e consultare le varie opportunità offerte, visita: https://www.bantelmann-translate.de/it/home

L’interprete

L’interprete si appoggia alle parole che sente, al contesto in cui si pronunciano, ai gesti, alle intonazioni vocali, alle espressioni del volto, agli interlocutori a cui è rivolto il discorso e a numerose altre caratteristiche della comunicazione orale.
L’interpretazione avviene quindi attraverso un canale orale o con l’aiuto dei segni.

L’interprete rispetto ad un traduttore necessita di una profonda conoscenza della lingua che aiuti nel comprendere sfumature di tono, costrutti ed implicazioni. E’ una figura specializzata nel cogliere con prontezza e velocità i punti del discorso e nella comprensione immediata di come vanno tradotti.

Un traduttore ha tempo per portare a termine la sua traduzione, un interprete, invece, deve cogliere i significati con prontezza e velocità. Per questo è necessario che si specializzi in un settore come moda, tecnologia, turismo, ambito legale-finanziario, per lavorare in maniera più pronta e rapida.